Iva agevolata al 10% per Restauro, Risanamemento Conservativo e Ristrutturazione

 

Per gli interventi di recupero edilizio è  prevista l'applicazione dell'aliquota Iva del 10 %.

Si tratta, in particolare:

- delle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto o d'opera relativi alla realizzazione degli interventi di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione;

- dell'acquisto di beni, con esclusione di materie prime e semilavorati, forniti per la realizazione degli stessi interventi di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, (secondo l'articolo 3, del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia - D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380).

L'aliquota Iva del 10 % si applica, inoltre, alle forniture dei cosiddetti beni finiti, vale  a dire quei beni che, benché incorporati nella costruzione, conservano la propria individualità (ad esempio, porte, infissi esterni, sanitari, caldaie, ecc.).

L'agevolazione spetta sia quando l'acquisto è fatto direttamente dal committente dei lavori, sia quando ad acquistare i beni è la ditta o il prestatore d'opera che li esegue.

Glossario

Interventi di restauro e di risanamento conservativo

Con questo termine si intendono gli interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio.

Interventi di ristrutturazione edilizia
Con questo termine si intendono gli interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, l'eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi elementi ed impianti. Nell'ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia sono ricompresi anche quelli consistenti nella demolizione e successiva fedele ricostruzione di un fabbricato identico, quanto a sagoma, volumi, area di sedime e caratteristiche dei materiali, a quello preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica.


(Art. 3 DPR 6 giugno 2001, n. 380  -Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia).

 

 

Iva agevolata al 10% 

 

Vai ai testi ufficiali e scopri ogni dettaglio

clicca qui